Artrite Reumatoide: modificazioni batteriche la possono causare

L’Artrite Reumatoide: modificazioni batteriche la possono causare.

L’Artrite Reumatoide: modificazioni batteriche la possono causare, infatti miliardi di parassiti nelle nostre viscere hanno ritrovato un ruolo: regolazione del sistema immunitario e le malattie autoimmuni correlate come l’artrite reumatoide, secondo i ricercatori della Mayo Clinic e l’University of Illinois a Urbana-Champaign. In grandi popolazioni, la maggior presenza, di specifici batteri intestinali possono innescare lo sviluppo di malattie come l’Artrite Reumatoide ed eventualmente la progressione della malattia di carburante in persone geneticamente predisposte a questa condizione paralizzante e confusione, dicono i ricercatori, che partecipano al Mayo Illinois Alliance for Technology Based Assistenza Sanitaria.

Lo studio è pubblicato nel numero di Aprile 2012 di PLoS ONE.

“Un sacco di gente sospetta che la flora intestinale svolto un ruolo nell’artrite reumatoide, ma nessuno era stato in grado di dimostrarlo perché non potevano dire che è venuto prima – i batteri o dei geni”, dice l’autore senior Veena Taneja, Ph .D., un immunologo della Mayo Clinic. “Utilizzando le tecnologie di sequenziamento genomico, siamo stati in grado di mostrare la microbioma intestinale può essere utilizzato come biomarker per predisposizione.”

I circa 10 miliardi di cellule che compongono il corpo umano sono vicini: per lo più batteri che spesso aiutano la formazione del sistema immunitario e favorendo la digestione, per esempio. I batteri nell’intestino, in aggiunta a un numero relativamente piccolo di altri microrganismi (microbiome intestino), più numerose cellule umane 10-a-1.

I ricercatori hanno scoperto che gli ormoni e le modifiche relative all’invecchiamento possono ulteriormente modulare il sistema immunitario intestinale e aggravare le condizioni infiammatorie in individui geneticamente predisposti.

Quasi l’1 per cento della popolazione mondiale ha l’artrite reumatoide, una malattia in cui il sistema immunitario attacca i tessuti, infiamma le articolazioni e, a volte portano a complicazioni mortali come le malattie cardiache. Altre malattie con sospetta intestinali legami batteriche includono diabete di tipo I e la sclerosi multipla.

I ricercatori della Mayo Illinois Alliance for Technology Based Healthcare dice che l’identificazione di nuovi biomarcatori nelle popolazioni microbiche intestinali e il mantenimento di un equilibrio in batteri intestinali potrebbe aiutare i medici a smettere di artrite reumatoide prima del suo inizio.

“Questo studio è un importante passo avanti nella nostra comprensione dei disturbi del sistema immunitario associate con l’artrite reumatoide. Mentre noi non sappiamo ancora quali sono le cause di questa malattia sono, questo studio fornisce importanti delucidazioni sul sistema immunitario e la sua relazione con batteri del gut, e come questi fattori possono influenzare le persone con suscettibilità genetica alla malattia “, dice Eric Matteson, MD, presidente della reumatologia presso la Mayo Clinic, che non era un autore dello studio.

Dr. Taneja e il suo team geneticamente i topi con il gene umano HLA-DRB1 * 0401, un forte indicatore di predisposizione per l’artrite reumatoide. Un insieme di topi di controllo sono stati progettati con una diversa variante del gene DRB1, noto per favorire la resistenza all’artrite reumatoide. I ricercatori hanno usato questi topi per confrontare le loro risposte immunitarie a diversi batteri e l’effetto sull’artrite reumatoide.

“L’intestino è il più grande organo immunitario del corpo,” dice il co-autore Bryan Bianco, Ph.D., direttore della University of Illinois Microbiome Programma ‘nella Divisione di Scienze Biomediche e membro dell’Istituto di Biologia Genomica. “Perché è presentato con più insulti ogni giorno attraverso l’introduzione di nuovi batteri, fonti di cibo e di antigeni estranei, l’intestino è continuamente presa in giro che cosa è bene e il male.”

L’intestino ha diversi modi per farlo, tra cui la barriera della mucosa che impedisce organismi – anche commensali o batteri “buoni” – di attraversare il lume intestinale nel corpo umano. Tuttavia, quando i batteri commensali violino questa barriera, possono scatenare reazioni autoimmuni. Il corpo li riconosce come fuori luogo, e in qualche modo questo innesca l’organismo ad attaccare se stesso, dice.

Questi topi imitano le tendenze di genere umani in artrite reumatoide, in quanto le donne sono circa tre volte più probabilità di generare risposte autoimmuni e contrarre la malattia. I ricercatori ritengono che questi topi “umanizzati” potrebbero far luce sul motivo per cui le donne e ad altri gruppi demografici sono più vulnerabili alle malattie autoimmuni e sviluppo guida aiuto di nuove terapie future.

“Il prossimo passo per noi è quello di mostrare se i bug presenti nell’intestino possono essere manipolati per cambiare il corso della malattia”, afferma Dr Taneja.

Lo studio è stato finanziato dalla Mayo-Illinois Alliance for Technology Based Healthcare e di una sovvenzione da parte del Dipartimento della Difesa statunitense.

Co-autori includono Andres Gomez; Carl Yeoman, Ph.D .; e Margret Berg Miller, Ph.D., tutti dell’Università di Illinois; David Luckey; Eric Marietta, Ph.D .; e Joseph Murray, M.D., tutti Mayo Clinic.

Related Post

thumbnail
hover

Cutera News

1064 nm Nd:YAG

thumbnail
hover

RIVITALIZZAZIONE e RESURFACING della PELLE

GENESIS Cutera: Rivitalizzazione per ogni tipo di pelle

thumbnail
hover

Allergia alimentare

  Allergia alimentare: L’allergia alimentare  varia per sede e  intensità,  coinvolge  tipicamente  l’apparato  gastroi...